Net TV

maggio 22, 2007

Tanti ne parlano pochi la conoscono (me compreso).

Insomma, in generale ho capito che la Net TV sarà la TV del futuro, che permetterà la fruizione non lineare su diverse piattaforme (TV, PC, palmari, cellulari), che ci sono molti progetti (qoob, Babelgum,Joost,Youtube…), che abbiamo a disposizione molti servizi che permettono da web di creare il proprio canale televisivo (uStream e tra poco anche Mogulus su tutti) ma quanti di voi conoscono esattamente cosa c’è dietro (c’è sempre qualcosa dietro)? Cioè, come funzionerà, come potremo usufruire di tutto ciò?

Io sono molto affascinato da questa innovazione (e non ne posso più della vecchia televisione) e per cominciare a capirci qualcosa ho sfruttato al volo l’occasione per avere un invito per poter utilizzare Joost, poi ho cominciato a leggermi il blog di Tommaso Tessarolo che trovo molto chiaro ed estremamente “pratico”e penso, che come lettura sotto l’ombrellone, potrei regalarmi il suo libro (anzi, tra poco più di 1 mese è il mio compleanno se qualcuno che mi conosce vuole regalarmelo, un libro è un regalo sempre ben accetto :D).

Insomma di carne al fuoco ce nè tanta, ora si tratta di capire da che parte andrà la nostra Italia, se sarà trainata dai, tanti, giovani pieni di spirito d’iniziativa e inventiva (mi ci metto pure io con i miei limiti) o si lascerà trasportare da una classe dirigenziale (e pure politica) vecchia e miope verso obiettivi che porterebbero veramente innovazione e benessere.

Voi intanto raccontatemi le vostre sensazioni, che ne pensate, siete interessati…

libro
(foto by Tommaso Tessarolo )

P.S. magari un giorno un canale lo creo pure io…però mi servirebbe una controfigura, non sono molto fotogenico 😀
P.S.2 spero di non aver scritto troppe castronerie, nel qual caso correggetemi e perdonatemi, non conosco la materia…
P.S.3 oh non finisce mai sto post! Se siete interessati alla presentazione del libro questa si svolgerà il 25 maggio a Roma

[La Vida Es Un Carnaval]

Digg! | | | del.icio.us | ste-site – visit my website


Ho una prof 2.0

aprile 17, 2007

Quando l’ho visto, la mia professoressa di statistica ha guadagnato immediatamente un sacco di punti. Dovete sapere che questa professoressa ha l’abitudine di pubblicare, fino allo scorso anno in un pdf, l’elenco delle lezioni e degli argomenti trattati a lezione. Da questo semestre invece, non è più un semplice pdf, ma ha creato un calendario condiviso con Google Calendar!! All’avanguardia la prof, l’ho prontamente incluso nel mio calendario in modo da restare sempre aggiornato.

Vorrei anche segnalare la nascita di un motore di ricerca intelligente, per ora in inglese. Si chiama Answer.com e la sua caratteristica è quella di fornire risposte fatte e finite su circa un milione di argomenti andando ad attingere aa oltre un centinaio di fonti enciclopediche attendibili e aggiornate. Se non bastasse, mette anche a disposizione un software scaricabile gratuitamente che passa sotto il nome di “Click Answer”, che permette di fare ricerche su ogni parola selezionata all’interno di un testo,Internet,Word o PDF che sia.
answer
Mi sembra un’idea interessante ed originale. Utile e affidabile. Da prendere in considerazione per ricerche scolastiche. Speriamo diventi disponibile anche in italiano!

[via ICTBlog]

[La Vida Es Un Carnaval]

Digg! | | | del.icio.us | ste-site – visit my website


il successo di 2spaghi

febbraio 1, 2007

2spaghi.itIn questi giorni ho avuto modo di notare con soddisfazione come 2spaghi.it di cui ho parlato nel novembre 2006 stia raggiungendo un grande successo.

Ne parla oggi Lele Dainesi nell’ultima puntata di 1 anno di Internet, e ne parla molto bene indicando quelli di 2spaghi come una delle migliori Start-up del web2.0 in Italia.
Ho trovato anche un’interessante notizia su Apogeonline ripresa da WebMasterPoint realizzata da Emanuele Quintarelli. Le idee non mancano a quanto pare, dalla possibilità di rendere disponibile questo “portale” su cellulari all’obiettivo di andare sulla futura ITv fino all’algoritmo di suggerimento automatico dei ristoranti:

2Spaghi è quello che in gergo tecnico viene detto un recommendation engine per ristoranti in italia?

MP: Esatto. L’aspetto che ci intrigava di più era proprio l’algoritmo di suggerimento automatico (che abbiamo sviluppato per primo), ma che non abbiamo ancora lanciato.

Che finalità avrà l’algoritmo? in che modo contribuirà a migliorare l’esperienza utente?MP: L’algoritmo proporrà un ristorante in base ai gusti di ciascun iscritto, sfruttando i contributi di tutti gli altri utenti che hanno espresso preferenze simili. Un “qui vai a botta sicura”.

SM: Tenendo conto anche di parole chiave e punteggi assegnati.

Un’Amazon del ristorante?MP: Amazon è stato sicuramente un punto di riferimento. Per ora il nostro algoritmo tiene conto solo dei preferiti, ma potremmo migliorarlo prima del lancio.

Spostando l’attenzione sul presente invece ecco le migliori, IMHO, novità introdotte dai 2spaghi:

  • possibilità di scaricare i ristoranti preferiti sul proprio navigatore satellitare
  • una serie di plug-in per i blogger
  • il search engine plugin di 2spaghi per Firefox e IE7
  • ed una serie di SpagoWidget (che presto inserirò anche nel mio sito)

Io faccio il tifo per loro, il sito è utile e sfrutta al meglio le potenzialità offerte dalle tecnologie più recenti.

Tornando brevemente all’intervista ecco cosa ne pensano del web2.0:

Qual è secondo voi il significato più forte di web 2.0? In che modo questo messaggio è realizzato in 2Spaghi?

SM: A mio avviso la possibilità di condvidere contenuti e allo stesso tempo di generarli è sicuramente un motore trainante del web 2.0.

Un web bidirezionale in cui i protagonisti sono finalmente gli utenti?SM: Sì, un web fatto dagli utenti per gli utenti.

MP: L’aspetto sociale del web 2.0 è alla base di quello che vogliamo fare su 2Spaghi per i primi mesi del 2007; su questo punto dobbiamo ancora lavorare. Per esempio gli SpagoFriends potranno interagire tra loro e magari anche incontrarsi a cena.

Una definizione semplice e chiara, proprio come piace a noi, cittadini della rete…

[La Vida Es Un Carnaval]

Digg! | | | del.icio.us | ste-site – visit my website


stefanoframbi

dicembre 1, 2006

ste-siteEbbene si, ora dopo il blog sto invadendo il web con il mio sito personale.
Sarà un supporto a questo blog, lì troverete maggiorni informazioni su di me, vi aggiornerò sui lavoretti che porto avanti e farò qualche esperimento.
Insomma se vorrete conoscermi meglio visitate il mio sito.

www.stefanoframbi.com

P.S.: nei prossimi giorni ci saranno modifiche e migliorie!

[La Vida Es Un Carnaval]

Digg! | | | del.icio.us

ste-site


Qualche novità:

novembre 27, 2006

news
Due novità!

Prima: prendendo spunto da questo articolo di Francesco Gori su WWW Passion ho pensato di realizzare a tempo perso, anche per mettere in pratica le mie misere conoscenze informatiche, un lettore di Feeds Reader in Java che aggreghi automaticamente le notizie correlate. Per prima cosa devo riuscire a capire come due notizie possono essere correlate. La prima idea è quella di basarmi sui termini presenti nel titolo, nella descrizione e in altri feed dello stesso autore ma non mi sembra un’ottima idea. Sarebbe bello potersi basare sui tag correlati alla notizia ma non vengono usati tutti e dovrei ricercarli su vari servizio tipo Technorati o DEL.ICIO.US. Insomma ci devo lavorare, ci vorrà tempo, chissà se lo terminerò.

Seconda: ho registrato il dominio e acquistato l’hosting su Aruba, tra poco sarò on-line, devo pagare e faxare. Spero, entro il prossimo week-end, di potervi dare più notizie.

[La Vida Es Un Carnaval]


Un sito alla settimana || 11-20-06 || RadioAlzoZero.net

novembre 20, 2006

RadioAlzoZ<p>ero
Per prima cosa mi scuso per non aver postato nessun sito la scorsa settimana.
Oggi cercherò di rimediare parlandovi di RadioAlzoZero.Di cosa si tratta? Ecco come si definiscono loro stessi:
Siamo voi. Giornalisti, scrittori, pubblicitari, artisti, avvocati, farmacisti, consulenti finanziari, artigiani, agenti di commercio… in una parola: voi, appunto.
Cosa ci lega? La necessità di una informazione davvero libera da condizionamenti politici e di una cultura e un intrattenimento libero da imposizioni di carattere pubblicitario.
L’informazione che vogliamo fare è davvero plurale, e quando diciamo plurale intendiamo aperta anche – soprattutto – ai nuovi media che sono nati proprio sul web dove ci troviamo.
La cultura che intendiamo non è volta al massimo consenso (pertanto tendente al basso), cioè al massimo audience per vendere spazi pubblicitari a prezzi più cari. È volta in alto. A chi vuole davvero possedere una delle cose più lussuose che esistono: la conoscenza.
Informazione e cultura, ma anche intrattenimento, vengono fatti troppo spesso per “vendere”. Noi vogliamo farli invece per capire, conoscere, divertire anche. E crescere.

Siamo solo sul web, perché è il mezzo adatto per diffondere contenuti in modo svincolato dai lacci tradizionali. Perché attraverso il web e le nuove tecnologie possiamo incontrarci tutti nel modo più diretto, interattivo ed efficace possibile. Perché già lo facevamo con i blog e i newmedia, e così ora abbiamo anche la radio. Perché una WebRadio può entrare anche negli uffici come in tutte le case, e può farlo a ogni regione e latitudine senza accordi particolari di monopolio di trasmissione.

Come facciamo? Con la convinzione di questi intenti che ci ha unito intorno a un tavolo, fatto trovare le risorse umane e quelle finanziarie per iniziare. E con voi. Non altro.
A voi chiediamo di seguirci e aiutarci, come vi è possibile.
E a tutti i sostenitori finanziari che troveremo, chiediamo di sposare la nostra idea di pluralismo, libertà e qualità.

L’invasione mediatica pilotata dai grandi poli finanziari, politici e/o commerciali è dilagante. RAZ rimarrà uno dei pochi fortini rimasti a difendere la libera terra dell’informazione e della cultura indipendenti.

Forse rimarremo in una nicchia. Ma sarà una nicchia cosciente. Di gente che vuole pensare ed esprimersi.
Di gente libera.

La redazione

Si tratta della prima WebRadio italiana dedicata ai blog, all’informazione indipendente, alla cultura, al dibattito, alla musica, alla letteratura e all’arte in genere.
Grafica: 8,5 è possibile scegliere tra due colorazioni, una un po’ più cupa ed una un po’ più vivace ma che presenta alcuni problemi di visualizzazione con Firefox.
Usabilità: 9
Utilità: 10 è un servizio molto interessante, gli argomenti trattati sono utili e, per chi come me è interessato al mondo del web e dei blog, coinvolgenti. Purtroppo in alcuni casi vengono aperte troppe finestre durante la navigazione portando confusione in chi usa il servizio.
Facilità di Apprendimento: 9
Efficienza: 8
Facilità di Ricordo: 8
Prevenzione degli Errori: 8
Soddisfazione: 9
Servizi Offerti: 9,5 è possibile ascoltare la radio live attraverso Windows Media Player, Winamp, Real Player o iTunes. E’ possibile consultare vari blog, scaricare i podcast per riascoltare le trasmissioni. Si ha la possibilità di iscriversi alla newsletter o di utilizzare la chat in diretta.
Valutazioni Personali: 9 trovo un servizio molto utile, mi piace ascoltare Parola di Blogger ma anche le altre trasmissioni sono interessanti. In più la musica è veramente buona, mi piace ascoltarla mentre lavoro al PC.
E’ un servizio nato da poco, sicuramente subirà dei miglioramenti nei prossimi mesi ma devo dire che l’inizio è molto buono. Consiglio l’ascolto a chi ne ha la possibilità.

Buon ascolto!

[La Vida Es Un Carnaval]


Un sito alla settimana || 11-05-06 || 2spaghi.it

novembre 5, 2006

2spaghi.it
Avevo pensato di parlare di un sito che sarebbe stato utile a quelle persone che realizzano siti web o che semplicemente sono interessati alla grafica web ma pochi minuti fa nei miei giri per la rete mi sono imbattuto in 2spaghi.it il cui nome lascia intuire molto…
E’ un sito dedicato a chi come me ama magnare bene in buona compagnia (magari anche con un buon bicchiere di vino). Si tratta di un bellissimo, secondo me, esempio di utilizzo del web2.0, troviamo il blog, il wiki e un sacco di informazioni. Il sito nasce infatti dall’interesse verso le potenzialità del web 2.0 (idea di democraticità,condivisione di risorse ed interessi,possibilità massima di contribuire) applicate alla passione per la tavola di Shamperd e Flander, che sviluppano progetti su Internet in Italia da 8 anni. Attraverso il sito è possibile prima di tutto ricercare ristoranti in base a diverse caratteristiche e rintracciarli direttamente sulla mappa (grazie alle API di GoogleMaps), è possibile inserire commenti ma anche suggerire nuovi ristoranti, inserire immagini, TAG ed altri contenuti. E’ disponibile leggere i feed RSS e visitare il blog.

Grafica: 10 è molto semplice dal punto di vista grafico ma risulta comunque gradevole e molto chiara la navigazione. Il tutto è realizzato in stile web2.0
Usabilità: 10
Utilità: 10 molto utile per chi è alla ricerca di un ristorante e si domanda: “questa sera dove vado a mangiare?”.
Facilità di Apprendimento: 10
Efficienza: 10
Facilità di Ricordo: 10
Prevenzione degli Errori: 10
Soddisfazione: 10 la navigazione è molto chiara
Servizi Offerti: 10
Valutazioni Personali: 10
Ammetto che i voti alti sono dettati dall’interesse per l’argomento trattato ma devo anche dire che la realizzazione, il massiccio uso di tecnologie web riguardanti il web2.0 depongono molto a favore di questo sito.
Ed ora…buon appetito…

[La Vida Es Un Carnaval]