Dalle mappe

aprile 11, 2007

Come certamente avrete letto in giro per Internet, Google ha lanciato da alcuni giorni MyMaps, un servizio che permette a chiunque di creare, senza incasinarsi troppo col codice, le proprie mappe su Google Maps. Questo nuovo servizio ha permesso il proliferare di mappe e mappine più o meno utili. Poco fa girando tra i siti che visito abitualmente ho scoperto una mappa da veri geek, che mostra dove sono stati creati alcuni tra i principali linguaggi di programmazione.

Una seconda iniziativa, questa volta più utile e allo stesso tempo drammatica, per l’argomento trattato, è legata ad una iniziativa del “The United States Holocaust Memorial Museum” che ha creato un layer per Google Earth in cui vengono documentate, attraverso immagini ad alta risoluzione, le atrocità compiute in Darfur.

Utilizzando immagini ad alta risoluzione, gli utenti possono zoomare sul Darfur per vedere oltre 1.600 villaggi distrutti o danneggiati, fornendo quella che l’Holocaust Museum dice essere una prova del genocidio. Il governo del Sudan nega che questo genocidio sia stato compiuto.

Inoltre, il sistema rende visibili i resti di oltre 100.000 case, scuole, moschee ed altre strutture distrutte dalla milizia janjaweed nel Darfur, dalle forze sudanesi ed altri gruppi.

Qui potrete trovare maggiori informazioni su quanto sta avvenendo nella regione del Darfur.
L’iniziativa ha lo scopo di toccare le coscienze, per permettere ai navigatori di rendersi conto della violenza sistematica e brutale portata in quella regione.

Digg! | | | del.icio.us | ste-site – visit my website


Un sito alla settimana || 11-05-06 || 2spaghi.it

novembre 5, 2006

2spaghi.it
Avevo pensato di parlare di un sito che sarebbe stato utile a quelle persone che realizzano siti web o che semplicemente sono interessati alla grafica web ma pochi minuti fa nei miei giri per la rete mi sono imbattuto in 2spaghi.it il cui nome lascia intuire molto…
E’ un sito dedicato a chi come me ama magnare bene in buona compagnia (magari anche con un buon bicchiere di vino). Si tratta di un bellissimo, secondo me, esempio di utilizzo del web2.0, troviamo il blog, il wiki e un sacco di informazioni. Il sito nasce infatti dall’interesse verso le potenzialità del web 2.0 (idea di democraticità,condivisione di risorse ed interessi,possibilità massima di contribuire) applicate alla passione per la tavola di Shamperd e Flander, che sviluppano progetti su Internet in Italia da 8 anni. Attraverso il sito è possibile prima di tutto ricercare ristoranti in base a diverse caratteristiche e rintracciarli direttamente sulla mappa (grazie alle API di GoogleMaps), è possibile inserire commenti ma anche suggerire nuovi ristoranti, inserire immagini, TAG ed altri contenuti. E’ disponibile leggere i feed RSS e visitare il blog.

Grafica: 10 è molto semplice dal punto di vista grafico ma risulta comunque gradevole e molto chiara la navigazione. Il tutto è realizzato in stile web2.0
Usabilità: 10
Utilità: 10 molto utile per chi è alla ricerca di un ristorante e si domanda: “questa sera dove vado a mangiare?”.
Facilità di Apprendimento: 10
Efficienza: 10
Facilità di Ricordo: 10
Prevenzione degli Errori: 10
Soddisfazione: 10 la navigazione è molto chiara
Servizi Offerti: 10
Valutazioni Personali: 10
Ammetto che i voti alti sono dettati dall’interesse per l’argomento trattato ma devo anche dire che la realizzazione, il massiccio uso di tecnologie web riguardanti il web2.0 depongono molto a favore di questo sito.
Ed ora…buon appetito…

[La Vida Es Un Carnaval]


Curiosità da Google Earth:

ottobre 27, 2006

Ogni tanto stravaganti personaggi si inventano curiose “opere artistiche” per farsi conoscere, per farsi pubblicità.
Ecco ad esempio un coniglio rosa in Artesina, Italia.
coniglio rosa

Per conoscere tutti i retroscena di questa spendida realizzazione di Internet Marketing ecco i dettagli di un’Idea di gelatin (Vienna).

Tratto da Google Earth e Maps Blog

[La Vida Es Un Carnaval]