Ridendo e scherzando…

marzo 24, 2007

…ho superato i 25.000 accessi, grazie a tutti, ai blogger che mi seguono costantemente, a coloro che passano di qui per caso e ritornano, grazie a chi passa per caso e pensa “che schifo” e non torna più, grazie a chi mi conosce e mi legge per farsi quattro risate, grazie a chi ha commentato…grazie a tutti…son commosso…

Il prossimo obiettivo è la conquista del mondo…

Fiesta!!!

[La Vida Es Un Carnaval]

Digg! | | | del.icio.us | ste-site – visit my website


Programmatori nei guai

marzo 22, 2007

programmerLa notizia del programmatore sbadato, riportata da corriere.it qualche giorno fa, è stata già commentata da Napolux ma considerando il fatto che tra poco (spero molto poco) sarò catapultato nel mondo del lavoro e potrei ritrovarmi alle prese con dati sensibili, mi sono chiesto: “come la gestisco una situazione come questa?” Insomma, alla prima lezione di Ingegneria del Software, ci hanno raccontato di altri casi tragici di programmazione errata. Navicelle spaziali esplose, macchine mediche che emettono troppe onde nocive…e tutto per errori banali! Noi ci abbiamo anche riso sopra ma un piccolo errore può capitare anche ai migliori…

Senza andare in situazioni così tragiche, a voi lavoratori dell’IT è mai capitata una situazione in cui non sapevate come tornare indietro, e dovevate tornare indietro?! Siete riusciti a rimediare al vostro errore? Quali sono state le conseguenze?

Per la serie…io speriamo che me la cavo

[La Vida Es Un Carnaval]

Digg! | | | del.icio.us | ste-site – visit my website


Allarme abbiocco

marzo 5, 2007

Ne parlavo ieri con la mia ragazza mentre tornavamo da un week-end di riposo in montagna.

“Dovrebbero inventare qualche sensore che se, mentre guidi,ti scatta il colpo di sonno questo che ne so, spara un getto d’acqua gelata o emette un suono fastidioso.”

E detto fatto quelli di Engadget mi accontentano con un idea, immagino made in Japan o China, meno invasiva della mia, ma non meno efficace. Si tratta di una sorta di auricolare, tipo quelli bluetooth per i cellulari che se inclinato troppo (più di 10 gradi) emette un allarme riducendo, a detta loro, il rischio di incidenti.

alarm

Costa ¥1,200 (circa $10.30) ma non penso sia in vendita in Italia.

[La Vida Es Un Carnaval]

Digg! | | | del.icio.us | ste-site – visit my website


stica…

gennaio 24, 2007

google

Il gotha europeo di Google si sta riunendo in questi giorni a Courmayeur tra una tantissime precauzioni e altissime misure di sicurezza!

Ma cosa dovranno decidere? Secondo me sono lì per una semplice settimana bianca…

[La Vida Es Un Carnaval]

Digg! | | | del.icio.us | ste-site – visit my website


Babelgum

gennaio 16, 2007

Secondo Giacomo Dotta le azioni di Fastweb sarebbero in forte calo perchè:

il numero uno di Fastweb Silvio Scaglia ha ridotto in giornata la propria quota di capitale nella società passando dal 25% al 18.75% (sono dunque passate di mano 5 milioni di azioni). Le azioni vendute da Scaglia sono state acquistate al prezzo di 44.4 euro da Unicredit Banca Mobiliare. Sottolinea Teleborsa: «Silvio Scaglia, pienamente convinto del successo di Fastweb, intende mantenere stabile la presenza di SMS Finance S.A. nel capitale della Società».

Ora voi direte: “e a noi?”. In effetti se avessi letto l’articolo che ho riportato sopra e mi fossi fermato lì persino io mi sarei detto: “mmm, interessante ma a queste operazioni economiche…non sono molto interessato”. Il bello però viene dopo. Sembra che Scaglia abbia venduto le azioni in quanto necessita di liquidi. Perchè? Bhe non proprio per motivi personali. Vuole girare questa liquidità in un nuovo progetto, Babelgum appunto, un progetto destinato alla nuova televisione via internet.

babelgumEcco cosa si dice sul sito ufficiale:

Babelgum ushers in a new era for television, blending the lean-back experience of traditional TV with the interactive and social power of the Internet

In pratica la TV non sarà vissuta passivamente ma l’utente creerà i contenuti generando, come afferma Finanza Blog, un palinsesto potenzialmente infinito.

La TV diventa personale, condivisa e può portare dei guadagni. E’ possibile partecipare al beta testing e iscriversi alla mailing list per restare aggiornati sulle novità del progetto.

Si tratta di un progetto interessante sulla scia di altri come Joost e Zudeo ma è bello che sia partito in Italia.

[La Vida Es Un Carnaval]

Digg! | | | del.icio.us | ste-site – visit my website


F2007

gennaio 14, 2007

F2007

Oggi è stata presentata la nuova Ferrari, si chiamerà, anzi si chiama F2007.

La particolarità della presentazione di oggi è dettata dal fatto che nessuno ha visto realmente la monoposto! Si perchè nessuno è stato ammesso alla presenza di sua maestà.

(da Corriere.it)
Niente fotografi . Non era mai capitato, almeno non negli ultimi trentacinque anni, che alla presentazione della monoposto Ferrari non fossero ammessi fotografi. Stavolta, la gestione sportiva della casa di Maranello ha trasformato il debutto della F2007 in una sorta di matrimonio reale: un fotografo solo, in questo caso della Ferrari, foto gratis ma uguali per tutti. Decine di professionisti del <clic>, che arrivano sulle piste da tutto il mondo, sono rimasti fuori, scioccati e inviperiti. E così, le varie parti della Ferrari sono solo illustrate a parole non dalle immagini che, ovviamente, non hanno scavato nei particolari importanti della monoposto.

Il motivo? Semplice: La prossima stagione la vettura avrà lo stesso motore, le gomme saranno uguali per tutti (Bridgestone, che equipaggia la casa di Maranello da anni ma loro dicono che non saranno avvantaggiati…) perciò le modifiche saranno soprattutto esterne, legate all’areodinamica, al telaio, agli alettoncini…quindi le foto, anche se gratuite non accontentano nessuno, perchè mostrano solo ciò che vogliono quelli della casa del cavallino rampante per non avvantaggiare i diretti avversari.

Altre novità? Il colore, il rosso Ferrari dovrebbe essere leggermente diverso in quanto cambia lo sponsor e poi alla guida non ci sarà più Schumacher, ma Raikkonen il Finlandese un po’ pazzerello! A me sta simpatico, e poi ha già detto “buongiorno”! Il tedesco ci ha messo sei anni a dirlo!!! 😀

 Questi i dati tecnici della Ferrari F2007:

TELAIO in materiale composito a nido d’ape in fibra di carbonio
MOTORE 056, 8 cilindri a V con blocco cilindri in alluminio
microfuso; V di 90 gradi, 32 valvole, distribuzione pneumatica
CILINDRATA 2.398 centimetri cubici; alesaggio e pistoni: 98 mm;
peso: 95 kg.
INIEZIONE elettronica digitale Magneti Marelli
CAMBIO longitudinale Ferrari, differenziale autobloccante. Numero
marce: sette + Rm
FRENI a disco autoventilanti in carbonio
SOSPENSIONI indipendenti con puntone a molla di torsione
anteriore/posteriore.
LUNGHEZZA 4.545 millimetri
LARGHEZZA 1.796 millimetri
ALTEZZA 959 millimetri
PASSO 3.135 millimetri
CARREGGIATA anteriore di 1.470 millimetri, posteriore di 1.405
PESO (con acqua, olio e pilota) circa 600 chili.
RUOTE anteriori e posteriori da 13 pollici

[La Vida Es Un Carnaval]

Digg! | | | del.icio.us | ste-site – visit my website


iPhone iDubbi

gennaio 11, 2007

Ieri avevo avuto qualche dubbio sul fantastico iPhone e oggi altri blogger (ben più autorevoli) hanno dato ragione a questi miei dubbi.

Ed ecco che su webnews riprende due post di Paul Pedrosky e di Robert Scoble dove si punta il dito su due aspetti fondamentali. La chiusura verso lo sviluppo di applicazioni esterne e la durata delle batterie.
A quanto pare,l’iPhone non permetterà di installare applicazioni anche se il sistema si basa su Osx. In più la durata delle batterie lascia non pochi dubbi. A quanto pare due ore di video e il super telefonino diventa…un telefonino spento!

Vengono presi in considerazione diversi altri problemi, in giornata però una nota curiosa: il nome iPhone esisteva già… 🙂

Il problema più grande però secondo me sarà lo stesso dell’iPod. Come si pronuncerà? “aifone”, “ifone”, “ifon”,”aifon”? Agli esperti linguisti l’ardua sentenza!!!

[La Vida Es Un Carnaval]

Digg! | | | del.icio.us | ste-site – visit my website


iPhone

gennaio 10, 2007

iPhoneNon mi voglio dilungare in descrizioni tecniche dettagliate, per quelle vi rimando ai link qui sotto. Una cosa sola posso dire, sembra spettacolare, non ho l’iPod (non me lo posso permettere) ma, dopo quello che ho letto, l’iPhone è un mio grande desiderio…

Ecco alcuni link con immagini, commenti, dettagli tecnici, video…
Nova
ictBlog.it
Punto Informatico
Luca De Biase
Google Earth e Maps Blog
Pseudotecnico
Engadget
Mobile Blog
webNews.html.it
melablog.it

e sono sicuro ce ne sono moltissimi altri…

update:
mi sono dimenticato il link al sito ufficiale… 😀

update2.0:
in effetti ragionando e leggendo qualche post mi rendo conto che non è tutto oro quello che luccica…insomma, chi potrà usare le mille funzionalità di questo gioiello? Tra tutti coloro che hanno intenzione di acquistarlo, quali funzionalità usereste? Io telefonerei, ascolterei musica, invierei sms, poi…bho per ora mi accontenterei di quello. Magari in futuro, lavorando, dovendo magari fare trasferte, userei internet, videocamera…

In alcuni post inoltre si parla di Operatori Virtuali. Non sapevo cosa fosse, mi sono documentato un po’, anche sul sito “Tutto sulla telefonia virtuale”, interessante, chissà se in Italia…alcuni monopoli li abbiamo voluti noi, ma se altri non ci fossero sarebbe meglio (più concorrenza, prezzi inferiori, servizi migliori…)!

[La Vida Es Un Carnaval]

Digg! | | | del.icio.us | ste-site – visit my website


NIC obsoleto

gennaio 8, 2007

Cambia le procedure del NIC - Stop al FaxA quanto pare l’iniziativa di Merlinox sta avendo un grande successo e penso che vada appoggiata. Di cosa si tratta? E’ presto detto. Chi realizza siti web sà benissimo che per acquistare un dominio .com è sufficiente collegarsi al sito di un azienda che fornisce servizi di web hosting (come Aruba) verificare la disponibilità del dominio, compilare alcuni campi ed il gioco è fatto. Per un dominio .it invece? Ecco le parole di Merlinox:

Le procedure di registrazione / trasferimento dei domini italiani (.it) sono assolutamente obsolete e assurde.
Il fatto che per qualsiasi cosa sia necessario mandare un fax è contro qualsiasi tendenza d’innovazione della nazione italiana.
Senza contare il tempo di redigere il documento, farlo firmare, inviarlo.
Spesso le linee fax del NIC (Network Information Center per l’Italia = L’ente che regola le procedure di registrazione dei domini .it) sono occupate o non funzionanti.

Il fax poi deve essere analizzato da NIC, verificate le firme… insomma tempo perso continuamente. Essendo il tempo = denaro anche soldi buttati al vento.

Insomma, l’ennesimo esempio di arretratezza all’italiana.
Questa iniziativa ha trovato grande appoggio dalla blogsfera, se ne parla su ICTBlog.it, su Sapientone, su Napolux.com e sugli altri blog aderenti all’iniziativa Cambia le procedure del Nic – Stop al Fax.

Aderite numerosi, il rischio è che avvenga, come è successo a me, che non si registrino più domini .it per evitare perdite di tempo!

[La Vida Es Un Carnaval]

Digg! | | | del.icio.us | ste-site – visit my website


WEB 2.0, blog, wiki, you…domande e riflessioni

dicembre 18, 2006

rete

Spero di non addentrarmi in un campo troppo complesso e insidioso.
Sono alcuni giorni che medito su alcuni aspetti legati al mondo che ho cominciato a “frequentare” con questo blog, il web2.0, il wiki, la blogosfera…

In questi giorni poi mi sono ritrovato di fronte a reazioni discordanti su questo mondo.
I blogger sono sempre entusiasti di fronte alle nuove sfide, alle nuove esperienze che vivono ogni giorno sul web e sono pronti a difendere a spada tratta “il loro mondo”. L’esempio più lampante credo sia ben visibile a tutti, è legato all’articolo apparso su Nova24 la scorsa settimana, che ha scatenato (come indicato qui) le reazioni positive di decine di blogger.
D’altro canto si trovano voci fuori dal coro, che ogni tanto tornano alla carica con affermazioni che devono far pensare. Ai tempi dell’acquisizione di Youtube da parte di Google, ad esempio, si era sparso il timore di una nuova bolla pronta ad esplodere e a mandare in rovina migliaia di piccoli imprenditori che cercavano fortuna su Internet. In questi giorni alcuni dubbi sono riapparsi in contemporanea all’uscita del Time che, con una mossa a sorpresa indica come uomo dell’anno niente popò di meno che YOU con una copertina geniale. Le motivazioni?

…per aver preso le redini dei media globali, per aver fondato e aver dato forma alla nuova democrazia digitale, per aver lavorato gratis e aver battuto i professionisti al loro stesso gioco…

Insomma noi (mi ci metto anch’io nel mio piccolo) che possiamo attraverso questo strumento “mondiale”, che è la rete, possiamo…

…mettere insieme i piccoli contributi di milioni di persone, per renderli importanti…

Il redattore capo Richard Stengel afferma:

…Questi blog, questi video portano alla nostra attenzione eventi in un modo che è spesso più autentico e immediato dei media tradizionali. Una volta i giornalisti avevano una competenza esclusiva per portare le persone in luoghi che non avevano mai visto. Ma ora una madre a Baghdad con un videotelefono può farti vedere un attentato lungo la strada…

Ora io non penso di fornire un servizio così importante ma penso di appartenere ad una nicchia molto piccola che contribuisce con entusiasmo e tanta voglia alla distribuzione di notizie, di informazioni e giudizi.
Purtroppo (o per fortuna, le critiche fanno bene) continuo a trovare critiche al mondo dei blogger che mi lasciano perplesso ma che possono far riflettere. E’ di oggi ad esempio l’articolo – Blog: la banda (larga) degli insoliti ignoti – su CorriereEconomia di Margiocco che al termine di un interessante articolo sul web2.0, riflette sul fatto che la blogosfera sia composta in larga parte di dilettanti che si dilettano a scrivere su internet. E afferma che vi sono alcune perle sommerse da molta spazzatura e scrive che “gli autori a volte si scrivono addosso scopiazzandosi l’un l’altro e spesso prendendo spunto dal tanto detestato giornale”. Concordo pienamente quando fa una distinzione tra professionisti e dilettanti (e io mi metto in questa seconda categoria) ma penso che nessuno dei blogger che seguo costantemente (a parte i giornalisti veri) voglia andare a rubare il lavoro a chi non scrive per hobby ma per lavoro. Inoltre non ho mai trovato un’affermazione contro i giornali in nessun post presente nella blogosfera e penso che l’affermazione “…detestato giornale…” sia un po’ troppo forte. Nonostante ciò, è vero, anch’io lo faccio, si prende spunto per scrivere un post, da altri articoli, dai giornali, ma la rete è questo, serve per divulgare le notizie, per portare giudizi, commenti in tutto il mondo.
E da qui sorge un secondo problema che viene riportato su Il Giorno all’interno della rubrica il caffè, è necessaria una regolamentazione per la rete che non degeneri però nella censura.

Infine un ultima riflessione legata ad un piccolo esperimento fatto nelle scorse settimane. Ho creato un wikispace per organizzare e raccogliere le adesioni alla cena di Natale tra amici. Purtroppo alcuni hanno trovato difficoltà nel partecipare a questa iniziativa. Mi sono quindi chiesto: si parla di web3.0, ma hanno compreso tutti il web2.0? A riguardo vi rimando ad un divertente articolo di Cesare Lamanna “Il Web 2.0 è un angolo arrotondato” e ad un post apparso sul blog di Marco Camisani “Domande alla Blogosfera” in cui un laureando che sta studiando il fenomeno dei blog si domanda:

Esiste davvero il “Web 2.0” (intenso in senso lato) anche in Italia oppure siamo “quattro gatti” che discutono fra loro di opportunità e benefici senza però finalizzare?

Bhe se siete arrivati a leggere i miei pensieri (sinceramente ci sarebbe altro da dire ma lo rimando al futuro) vi dico solo:

[La Vida Es Un Carnaval]

Digg! | | | del.icio.us | ste-site – visit my website