crea Milano

gennaio 30, 2007

Ogni tanto mi piace raccontare qualche novità che riguarda la “mia Milano” ed oggi ho trovato su o2blog.it una notizia che merita di essere ripresa.

Milano si trasforma in un videogioco.
Si, perchè l’Assessorato al Turismo e Identità di Milano sta studiando un videogioco simile al famosissimo Sim City per promuovere la conoscenza di Milano attraverso la sua storia. Chi giocherà potrà costruire sulle mappe, relative a diversi periodi storici, della città della Madonnina.

Si tratta IMHO di un’idea simpatica destinata un po’ a tutti, grandi e piccini che potranno disegnare la città di Milano a propria immagine e somiglianza. Chissà che non salti fuori qualche idea innovativa che porti miglioramenti in qualche settore di questa città che ha bisogno di essere rinnovato.

Un plauso all’amministrazione che dimostra interesse verso le nuove tecnologie (anche se un gioco non è sufficiente per essere al passo con le altri grandi metropoli mondiali).

Bhe buon divertimento!

[La Vida Es Un Carnaval]

Digg! | | | del.icio.us | ste-site – visit my website

Annunci

Un sito alla settimana || 11-05-06 || 2spaghi.it

novembre 5, 2006

2spaghi.it
Avevo pensato di parlare di un sito che sarebbe stato utile a quelle persone che realizzano siti web o che semplicemente sono interessati alla grafica web ma pochi minuti fa nei miei giri per la rete mi sono imbattuto in 2spaghi.it il cui nome lascia intuire molto…
E’ un sito dedicato a chi come me ama magnare bene in buona compagnia (magari anche con un buon bicchiere di vino). Si tratta di un bellissimo, secondo me, esempio di utilizzo del web2.0, troviamo il blog, il wiki e un sacco di informazioni. Il sito nasce infatti dall’interesse verso le potenzialità del web 2.0 (idea di democraticità,condivisione di risorse ed interessi,possibilità massima di contribuire) applicate alla passione per la tavola di Shamperd e Flander, che sviluppano progetti su Internet in Italia da 8 anni. Attraverso il sito è possibile prima di tutto ricercare ristoranti in base a diverse caratteristiche e rintracciarli direttamente sulla mappa (grazie alle API di GoogleMaps), è possibile inserire commenti ma anche suggerire nuovi ristoranti, inserire immagini, TAG ed altri contenuti. E’ disponibile leggere i feed RSS e visitare il blog.

Grafica: 10 è molto semplice dal punto di vista grafico ma risulta comunque gradevole e molto chiara la navigazione. Il tutto è realizzato in stile web2.0
Usabilità: 10
Utilità: 10 molto utile per chi è alla ricerca di un ristorante e si domanda: “questa sera dove vado a mangiare?”.
Facilità di Apprendimento: 10
Efficienza: 10
Facilità di Ricordo: 10
Prevenzione degli Errori: 10
Soddisfazione: 10 la navigazione è molto chiara
Servizi Offerti: 10
Valutazioni Personali: 10
Ammetto che i voti alti sono dettati dall’interesse per l’argomento trattato ma devo anche dire che la realizzazione, il massiccio uso di tecnologie web riguardanti il web2.0 depongono molto a favore di questo sito.
Ed ora…buon appetito…

[La Vida Es Un Carnaval]


Adobe Digital Editions

ottobre 31, 2006

Adobe Digital Editions

Ho trovato, su ICTBLOG.it, la notizia del rilascio di questo prodotto. Si tratta di un software, rilasciato da Adobe, simile a quelli che permettono l’organizzazione delle immagini presenti sui nostri PC ma che a differenza di questi permette l’organizzazione degli eBook. Supporta ovviamente il formato PDF ma anche xhtml. E’ leggero (2.5 MB compreso di Adobe Flash Player 9) e con alcuni effetti simpatici (aprendo i documenti o cambiando le visualizzazioni passa da sfuocato a nitido).

Io l’ho scaricato, installato e provato per voi. Il primo impatto non è dei migliori, quello sfondo nero è migliorabile, poi secondo me sarebbe necessario permettere l’inserimento di più eBook contemporaneamente (io ho la cartella eBook, non posso inserirli uno alla volta!) .

Per il resto sembra un buon prodotto.
Una domanda: ma voi riuscite a leggere un libro (dalle 50 pagine in sù) in pdf? Io no, in questo caso “carta canta”! 🙂

[La Vida Es Un Carnaval]


Un sito alla settimana || 10-28-06 || Gizax Studios, Internet Accessibility

ottobre 28, 2006

Il sito di cui voglio parlare oggi è il sito Gizax Studios, Internet Accessibility

Vengono forniti raccomandazioni e documenti W3C tradotti in italiano. Articoli, guide inerenti i problemi dell’accessibilità e dell’usabilità nel mondo Web. Il sito è stato concepito affinchè sia visibile e accessibile alla maggior parte degli utenti e dei browser.

Si trovano diverse sezioni, blog, articoli,esperimenti i più importanti. Tra gli altri servizi resi disponibili utilissime risultano le traduzioni di documenti W3C. L’autore, Daniele Florio, si dimostra un profondo conoscitore del web ed è stato inserito fra la lista dei traduttori italiani ufficiali della organizzazione mondiale del W3C.

Grafica: 8 è molto semplice dal punto di vista grafico ma il sito risulta comunque gradevole e molto chiaro
Usabilità: 10
Utilità: 10 molto utile per chi si trova a dover realizzare siti usabili, inoltre essendo ricco di tutorial, esempi ed articoli può fornire un aiuto fondamentale per chi si trova alle prime armi con la realizzazione di siti web.
Facilità di Apprendimento: 10
Efficienza: 10
Facilità di Ricordo: 10
Prevenzione degli Errori: 10
Soddisfazione: 10 la navigazione è molto chiara
Servizi Offerti: 10
Sito utile per la realizzazione di siti web che devono rispettare le raccomandazioni per l’usabilità
Valutazioni Personali: 10
Attraverso questo sito è possibile imparare a realizzare un sito web che rispetti i requisiti di usabilità ed accessibilità previsti dagli standard internazionali. Inoltre gli articoli e i tutorial possono sicuramente essere degli strumenti utili per accrescere le proprie conoscenze nella realizzazione di prodotti non solo belli ma anche accessibili da tutti! Trovo inoltre estremamente utile la possibilità di consultare la traduzione delle raccomandazioni W3C.
Credo possa essere utilissimo poter consultare un sito come questo nel momento in cui si decide di realizzare un sito che verrà consultato da persone diverse e con necessità diverse. Anchel’elevato numero di accessi dimostra che può essere considerato un sito di riferimento nel panorama italiano per quanto riguarda l’accessibilità web.

[La Vida Es Un Carnaval]


Magic Paper – Physics Illustrator

ottobre 20, 2006

Magic Paper - Physics Illustrator
Un’innovativa interfaccia che potrebbe avere importanti sviluppi nel mondo delle interfacce del futuro. E’ stata realizzata da Microsoft Reasearch e dal MIT (il Massachusetts Institute of Technology) e si chiama Physics Illustrator ed ha lo scopo di facilitare il disegno e l’interazione tra uomo-macchina, attraverso un approccio assistenziale, affinché appunti, disegni e iconografie scritte virtualmente a mano si trasformino in disegni tecnici, animazioni e grafici.

Interessante questo video che subito da l’idea di cosa questo possa significare.

video

Se poi avete un Tablet PC e volete provare l’ebrezza di questo software, potete anche scaricarlo.

[La Vida Es Un Carnaval]


Abici, la bici-cult…

ottobre 10, 2006

Abici
Nasce dall’idea di tre imprenditori lombardi, seduti, a cena, davanti ad un piatto di ravioli alla zucca con tanti sogni e i finanziamenti giusti per provare a realizzare un sogno.

I tre in questione sono Cristiano Gozzi, Giuseppe Marcheselli e Stefano Seletti. Ed ecco come prende forma Abici. Un anno di ricerca, e numerosi prototipi realizzati da uno dei tre produttori (un artigiano di Asola) che costruisce biciclette interamente fatte in Italia, hanno permesso di arrivare al primo modello, esposto lo scorso anno ad una fiera internazionale a Francoforte.

Il prezzo? Dai 500 agli 800 €. I rivenditori sono sparsi un po’ lungo tutto lo stivale e si tratta soprattutto di negozi di abbigliamento e design.  La produzione del 2006 ha già superato quota 650 pezzi e per il prossimo anno l’obiettivo fissato è quota 2007. «Già – aggiunge Stefano – il prossimo anno la produzione sarà limitata, a numero chiuso. A noi non interessano la voracità del mercato e i grandi volumi, preferiamo concentrarci invece sulla cura ‘maniacale’ dei particolari, che contraddistinguono il progetto Abici». La carta d’identità della ‘vecchia’ due ruote targata More? Eccola. Il telaio è a congiunzioni, sinonimo di stile classico italiano. I freni sono a contropedale, per lasciare Abici senza fastidiosi fili e sovrastrutture mentre pedali e manubrio sono realizzati in alluminio satinato. I colori? I tre soci hanno scelto una gamma di undici tinte tenui, dal sapore vintage, che richiamano i colori delle vecchie auto anni Cinquanta. E la sella? Abici monta la leggendaria Brooks in cuoio, un nome prestigioso che unisce eleganza, resistenza alle intemperie e comfort. «Abici è realizzata in tre versioni – spiega Cristiano – maschile, femminile e, novità delle ultime settimane, mountain bike. Ai clienti che desiderano un prodotto più classica offriamo, oltre alla purezza delle forme di tutta la componentistica, una vasta linea di accessori, per vestire la bici con portapacchi, cambi, freni tradizionali a manubrio e luci a batteria».

Per maggiori informazioni il sito di riferimento è Abici.

[La Vida Es Un Carnaval]