me due[punto]zero

Corro troppo. Trascorro la maggior parte del mio tempo a Milano dove la vita è frenetica e questa frenesia ti assorbe fino a risucchiarti e a farti credere che il tempo sia sempre troppo poco, che devi correre, non fermarti mai, corri Forest!

Alla fine ti convinci che questa vita ti piace, ti esalta, è perfetta per te…poi, un giorno, ti domandi: ma è veramente così bella questa vita?

Allora ricominci a coltivare vecchie passioni e ti ricordi quanto sia bello leggere, ascoltare una canzone rilassante, stare in silenzio a guardare il cielo stellato.
Hai una pazza voglia di scappare dal caos, dalla frenesia, rifugiarti dove sicuramente starai meglio, al mare a tenere gli occhi piantati sull’orizzonte (chissà che non arrivi Jack Sparrow), in campagna a sentire i grilli frinire e osservare le lucciole che si inseguono nei campi.
Girare in bici, addio macchine, moto e motorini. Salutare chiunque incontri, donare un sorriso a tutti…

grano
(foto by Eus)

Alla fine ti svegli e…rimandi a domani…ma non per sempre, arriverà il giorno per staccare e ritornare al passato…

[La Vida Es Un Carnaval]

Digg! | | | del.icio.us | ste-site – visit my website

Annunci

9 Responses to me due[punto]zero

  1. Mavero ha detto:

    Allora ricominci a coltivare vecchie passioni e ti ricordi quanto sia bello leggere, ascoltare una canzone rilassante, stare in silenzio a guardare il cielo stellato.

    Quoto Ste!

  2. Devil ha detto:

    donare un sorriso….spesso ci dimentichiamo di quanto faccia bene ricevere e regalare un semplice sorriso…
    wow….
    Ciao Ste….eccoti il mio!!!!
    Devil

  3. Grazitaly ha detto:

    Vero ste, sei un grande.

  4. signorponza ha detto:

    Tutto ciò si può fare pure a Milano, ne sono sicuro. 😉

  5. Sciura Pina ha detto:

    è vero, non è indispensabile andare lontano, si può e si deve rallentare il ritmo della vita quotidiana, qui e ora

  6. stenet ha detto:

    Grazie per il supporto ragazzi! 😀

  7. claudio ha detto:

    per 18 anni la mia vita è stata pressapoco così.
    nel mio paese conoscevo tutti, salutavo tutti, (quasi) nessuno era mai di fretta, c’era sempre tempo per fare qualsiasi cosa.
    a Milano invece non ho mai tempo di fare qualcosa per me, o mi riduco a dormire 3/4 ore a notte per avere tempo per fare un pò quel cazzo che mi pare, oppure vengo travolto dalla frenesia di questa città.

  8. stenet ha detto:

    è la società di oggi che ci costringe ad essere così…penso che a volte,ogni tanto, sia necessario riuscire a staccarsi da questo modo di vivere/pensare…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: